Menu di navigazione interna alla pagina

Torna alla navigazione interna

Logo dell'Ospedale di Riabilitazione di Alta Specializzazione di Motta di Livenza

Ti riabilitiamo in alta specializzazione

Logo per la versione mobile dell'Ospedale di Riabilitazione di Alta Specializzazione di Motta di Livenza

Riabilitazione Cardiovascolare

Il percorso riabilitativo

Il percorso riabilitativo è articolato e prevede programmi diversificati in base alla patologia, alla stabilità clinica e alle necessità del soggetto e può essere svolto in:

  • Regime di ricovero ordinario (la persona è ricoverata in degenza sia di giorno che di notte) per i pazienti con instabilità clinica o con più gravi compromissioni funzionali.
  • Regime di ricovero diurno (day hospital, la persona è ricoverata solo di giorno) per pz clinicamente stabili, che hanno già superato la fase acuta della malattia.

Il percorso riabilitativo può svolgersi in una sola modalità  (ricovero ordinario o day-hospital) oppure in più modalità, ma in tempi successivi.
L’Unità Operativa di Cardiologia Riabilitativa e Preventiva realizza percorsi riabilitativi sia in regime di ricovero ordinario che di ricovero diurno.

Percorsi riabilitativi per persone:

  • dopo infarto miocardico;
  • dopo angioplastica coronarica;
  • sottoposti a by-pass aorto-coronarico;
  • con cardiopatia ischemica stabile;
  • sottoposti ad intervento di chirurgia valvolare o aortica;
  • con scompenso cardiaco cronico;
  • sottoposti a trapianto di cuore;
  • con arteriopatia cronica obliterante periferica;
  • portatori di PM o di defibrillatore.

Criteri e modalità di accesso

Le persone possono accedere con due modalità differenti:

  • provenendo direttamente da altra struttura ospedaliera (cardiologia, cardiochirurgia, unità coronarica, chirurgia vascolare, medicina generale, etc…) previo accordo tra i sanitari delle strutture interessate;
  • sulla base di una visita specialistica cardiologica per valutare la necessità riabilitativa della persona.

Successivamente all’accettazione della proposta di ricovero viene comunicata la data del ricovero, nel rispetto delle procedure relative alle liste d’attesa.
L’attività riabilitativa viene svolta dal lunedì al sabato mattino per le persone assistite in regime di ricovero ordinario.
Il ciclo riabilitativo ha generalmente una durata variabile tra le due e le quattro settimane.

Obiettivi degli interventi riabilitativi

  •  mantenere o ripristinare la stabilità clinica;
  • limitare le conseguenze fisiologiche e psicologiche della malattia cardiovascolare;
  • migliorare globalmente la capacità funzionale ed incidere favorevolmente sul grado di autonomia, indipendenza e, quindi, sulla qualità della vita;
  • ridurre il rischio di successivi eventi cardiovascolari;
  • ritardare la progressione della malattia cardiovascolare ed il deterioramento clinico;
  • favorire il reinserimento e la partecipazione sociale.

Attività principali

  • inquadramento diagnostico e valutazione multidisciplinare per stabilire le specifiche necessità terapeutiche;
  • assistenza clinica volta alla stabilizzazione;
  • identificazione di obiettivi specifici per la riduzione di ciascun fattore di rischio;
  • formulazione di un piano di trattamento individuale con:
    • interventi terapeutici finalizzati alla riduzione del rischio residuo;
    • programmi educativi strutturati e finalizzati ad un effettivo cambiamento dello stile di vita (abolizione del fumo, dieta appropriata, controllo del peso, benessere psicologico);
    • prescrizione di un programma di attività fisica finalizzato a ridurre le disabilità conseguenti alla cardiopatia e migliorare la capacità funzionale;
    • interventi di mantenimento allo scopo di consolidare i risultati ottenuti e favorire l’aderenza a lungo termine.

Organizzazione e svolgimento delle attività riabilitative

Gli interventi vengono effettuati in base ad un “progetto riabilitativo individuale”, che tiene conto delle condizioni cliniche della persona assistita, dei suoi bisogni e di quelli dei suoi familiari. Il progetto riabilitativo viene realizzato da un Team composto da professionisti con diverse competenze e costituito sulla base delle necessità della persona assistita.
Le figure professionali che sono coinvolte nella realizzazione del progetto riabilitativo sono:

  • medico;
  • coordinatrice infermieristica;
  • infermiere;
  • operatore socio-sanitaro;
  • fisioterapista;
  • psicologo;
  • dietista;
  • logopedista.

Se sarà necessario il Team riabilitativo potrà collaborare con altre figure professionali esterne alla struttura (medici specialisti, medico di medicina generale, assistente sociale, ecc…).

Durante la degenza le persone assistite, per il controllo del loro stato di salute, sono sottoposte a:

  • ECG;
  • ECG dinamico secondo Holter (elettrocardiogramma dinamico);
  • ecocolordoppler arterioso e venoso arti inferiori;
  • ecocolordoppler cardiaco transtoracico e transesofageo;
  • ecocolordoppler dei tronchi epiaortici;
  • esami ematochimici;
  • monitoraggio della pressione arteriosa delle 24ore (Holter pressorio);
  • rx torace;
  • test del cammino;
  • test da sforzo al cicloergometro ed al treadmill.

L’équipe medica è costituita da cardiologi, cardiochirurghi, internisti e geriatri presenti in servizio diurno da lunedì a sabato in reparto e a turno durante i giorni festivi.

I medici sono disponibili a ricevere per colloqui i familiari ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle ore 12:00 alle ore 13:00. Ciascun medico è responsabile di un definito numero di persone e svolge dunque un ruolo di guida e coordinamento del team riabilitativo.

L’équipe infermieristica garantisce assistenza 24 ore su 24 durante tutta la settimana. Le funzioni svolte dallo staff infermieristico ed assistenziale sono essenziali al fine di rendere operativi i piani progettati per la persona assistita ed i relativi monitoraggi. Il personale infermieristico si avvale di specifiche procedure distinte per patologia (es. prevenzione e trattamento piaghe da decubito, medicazioni ferite chirurgiche, ecc…)

L’attività fisica è condotta dal fisioterapista e da personale infermieristico specializzato, è svolta in reparto, in palestra e durante la bella stagione in giardino; include a seconda del caso clinico:

  • ginnastica respiratoria;
  • sedute alla cyclette e/o al tapis roulant;
  • sedute all’ergometro a braccia;
  • ginnastica calistenica e stretching muscolare;
  • terapia occupazionale e della vita quotidiana.

Il medico prescrive, in base alle problematiche emerse durante la fase diagnostica, il tipo, la durata, l’intensità dell’esercizio da effettuare.
L’attività fisica è eseguita, se necessario, sotto il controllo telemetrico da parte del personale infermieristico specializzato.
Gli psicologi della struttura, che operano in équipe con le altre figure professionali, forniscono un supporto psicologico alle persone ricoverate. L’attività clinica prevede tecniche di rilassamento, consulenze individuali, gruppi psicoeducazionali e colloqui di sostegno individuali, sia della persona assistita che dei suoi familiari.
Il nutrizionista predispone incontri educazionali di gruppo e su richiesta del medico definisce regimi alimentari specifici che tengono conto delle abitudini ed esigenze individuali della persona.
Nel programma riabilitativo sono previsti incontri di gruppo multidisciplinari (cardiologo, nutrizionista, psicologo, infermiere, fisioterapista, ecc…) in cui vengono trattate problematiche particolari riguardo la fisiopatologia cardiovascolare, la dimensione psicologica ed emotiva della malattia, la gestione dello stress, l’abolizione del fumo, la corretta alimentazione e l’attività fisica.

Dimissione e continuità assistenziale

Al termine del programma riabilitativo vengono esaminati i dati rilevanti dagli accertamenti clinici e strumentali di ogni singola persona assistita. Il medico compila una lettera di dimissione, in cui sono riportati gli esiti dei suddetti accertamenti, la terapia farmacologica e le indicazioni cui dovrà attenersi la persona al rientro al domicilio. Inoltre potranno essere consigliati gli eventuali accertamenti che la persona dovrà effettuare nelle settimane successive alla dimissione. In fase di dimissione la lettera viene condivisa con l’interessato e con i suoi familiari.
Nel caso di persone fragili viene attivata una dimissione protetta condivisa con il Medico di Medicina Generale, l’infermiera del distretto e l’assistente sociale.

Contatti

U. O. Cardiologia Riabilitativa e Preventiva

Responsabile dr. Francesco Antonini-Canterin – Coordinatore infermieristico Natalia Vazzoler

Ricoveri ordinari

Tel. 0422 28 74 00 / 28 72 25 – Fax 0422 28 72 75

Percorsi riabilitativi per persone:

  • dopo infarto miocardico;
  • dopo angioplastica coronarica;
  • sottoposti a by-pass aorto-coronarico;
  • con cardiopatia ischemica stabile;
  • sottoposti ad intervento di chirurgia valvolare o aortica;
  • con scompenso cardiaco cronico;
  • sottoposti a trapianto di cuore;
  • con arteriopatia cronica obliterante periferica;
  • portatori di PM o di defibrillatore.

Criteri e modalità di accesso

Le persone possono accedere con due modalità differenti:

  • provenendo direttamente da altra struttura ospedaliera (cardiologia, cardiochirurgia, unità coronarica, chirurgia vascolare, medicina generale, etc…) previo accordo tra i sanitari delle strutture interessate;
  • sulla base di una visita specialistica cardiologica per valutare la necessità riabilitativa della persona.

Successivamente all’accettazione della proposta di ricovero viene comunicata la data del ricovero, nel rispetto delle procedure relative alle liste d’attesa.
L’attività riabilitativa viene svolta dal lunedì al venerdì, sia mattino che pomeriggio, per le persone accolte in regime di Day Hospital.

Per facilitare l’accesso al Day Hospital è attivo un servizio gratuito di navetta che collega quotidianamente l’Ospedale Riabilitativo di Alta Specializzazione di Motta con il territorio circostante.
Il ciclo riabilitativo ha generalmente una durata variabile tra le due e le quattro settimane.

Obiettivi degli interventi riabilitativi

  •  mantenere o ripristinare la stabilità clinica;
  • limitare le conseguenze fisiologiche e psicologiche della malattia cardiovascolare;
  • migliorare globalmente la capacità funzionale ed incidere favorevolmente sul grado di autonomia, indipendenza e, quindi, sulla qualità della vita;
  • ridurre il rischio di successivi eventi cardiovascolari;
  • ritardare la progressione della malattia cardiovascolare ed il deterioramento clinico;
  • favorire il reinserimento e la partecipazione sociale.

Attività principali

  • inquadramento diagnostico e valutazione multidisciplinare per stabilire le specifiche necessità terapeutiche;
  • assistenza clinica volta alla stabilizzazione;
  • identificazione di obiettivi specifici per la riduzione di ciascun fattore di rischio;
  • formulazione di un piano di trattamento individuale con:
    • interventi terapeutici finalizzati alla riduzione del rischio residuo;
    • programmi educativi strutturati e finalizzati ad un effettivo cambiamento dello stile di vita (abolizione del fumo, dieta appropriata, controllo del peso, benessere psicologico);
    • prescrizione di un programma di attività fisica finalizzato a ridurre le disabilità conseguenti alla cardiopatia e migliorare la capacità funzionale;
    • interventi di mantenimento allo scopo di consolidare i risultati ottenuti e favorire l’aderenza a lungo termine.

Organizzazione e svolgimento delle attività riabilitative

Gli interventi vengono effettuati in base ad un “progetto riabilitativo individuale”, che tiene conto delle condizioni cliniche della persona assistita, dei suoi bisogni e di quelli dei suoi familiari. Il progetto riabilitativo viene realizzato da un Team composto da professionisti con diverse competenze e costituito sulla base delle necessità della persona assistita.
Le figure professionali che sono coinvolte nella realizzazione del progetto riabilitativo sono:

  • medico;
  • coordinatrice infermieristica;
  • infermiere;
  • operatore socio-sanitaro;
  • fisioterapista;
  • psicologo;
  • dietista;
  • logopedista.

Se sarà necessario il Team riabilitativo potrà collaborare con altre figure professionali esterne alla struttura (medici specialisti, medico di medicina generale, assistente sociale, ecc…).

Durante la degenza le persone assistite, per il controllo del loro stato di salute, sono sottoposte a:

  • ECG;
  • ECG dinamico secondo Holter (elettrocardiogramma dinamico);
  • ecocolordoppler arterioso e venoso arti inferiori;
  • ecocolordoppler cardiaco transtoracico e transesofageo;
  • ecocolordoppler dei tronchi epiaortici;
  • esami ematochimici;
  • monitoraggio della pressione arteriosa delle 24ore (Holter pressorio);
  • rx torace;
  • test del cammino;
  • test da sforzo al cicloergometro ed al treadmill.

L’équipe medica è costituita da cardiologi, cardiochirurghi, internisti e geriatri presenti in servizio diurno da lunedì a sabato in reparto e a turno durante i giorni festivi.

I medici sono disponibili a ricevere per colloqui i familiari ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle ore 12:00 alle ore 13:00. Ciascun medico è responsabile di un definito numero di persone e svolge dunque un ruolo di guida e coordinamento del team riabilitativo.

L’équipe infermieristica garantisce assistenza 24 ore su 24 durante tutta la settimana. Le funzioni svolte dallo staff infermieristico ed assistenziale sono essenziali al fine di rendere operativi i piani progettati per la persona assistita ed i relativi monitoraggi. Il personale infermieristico si avvale di specifiche procedure distinte per patologia (es. prevenzione e trattamento piaghe da decubito, medicazioni ferite chirurgiche, ecc…)

L’attività fisica è condotta dal fisioterapista e da personale infermieristico specializzato, è svolta in palestra e durante la bella stagione in giardino; include a seconda del caso clinico:

  • ginnastica respiratoria;
  • sedute alla cyclette e/o al tapis roulant;
  • sedute all’ergometro a braccia;
  • ginnastica calistenica e stretching muscolare;
  • terapia occupazionale e della vita quotidiana.

Il medico prescrive, in base alle problematiche emerse durante la fase diagnostica, il tipo, la durata, l’intensità dell’esercizio da effettuare.
L’attività fisica è eseguita, se necessario, sotto il controllo telemetrico da parte del personale infermieristico specializzato.
Gli psicologi della struttura, che operano in équipe con le altre figure professionali, forniscono un supporto psicologico alle persone ricoverate. L’attività clinica prevede tecniche di rilassamento, consulenze individuali, gruppi psicoeducazionali e colloqui di sostegno individuali, sia della persona assistita che dei suoi familiari.
Il nutrizionista predispone incontri educazionali di gruppo e su richiesta del medico definisce regimi alimentari specifici che tengono conto delle abitudini ed esigenze individuali della persona.
Nel programma riabilitativo sono previsti incontri di gruppo multidisciplinari (cardiologo, nutrizionista, psicologo, infermiere, fisioterapista, ecc…) in cui vengono trattate problematiche particolari riguardo la fisiopatologia cardiovascolare, la dimensione psicologica ed emotiva della malattia, la gestione dello stress, l’abolizione del fumo, la corretta alimentazione e l’attività fisica.

Dimissione e continuità assistenziale

Al termine del programma riabilitativo vengono esaminati i dati rilevanti dagli accertamenti clinici e strumentali di ogni singola persona assistita. Il medico compila una lettera di dimissione, in cui sono riportati gli esiti dei suddetti accertamenti, la terapia farmacologica e le indicazioni cui dovrà attenersi la persona al rientro al domicilio. Inoltre potranno essere consigliati gli eventuali accertamenti che la persona dovrà effettuare nelle settimane successive alla dimissione. In fase di dimissione la lettera viene condivisa con l’interessato e con i suoi familiari.

Contatti

U. O. Cardiologia Riabilitativa e Preventiva

Responsabile dr. Francesco Antonini-Canterin – Coordinatore infermieristico Licia Orlandini

Ricoveri diurni

Tel. 0422 28 74 09 / 28 73 05 – Fax 0422 28 73 46

Torna alla navigazione interna

Torna alla navigazione interna